Ita Eng

Abbazia di Carceri

Fondata prima dell’anno mille l’abbazia di Carceri fu per alcuni secoli protagonista delle vicende storiche e culturali del nord d’Italia. La sua lunga storia è stata scandita da periodi di splendore alternati a periodi di grande decadenza, spogliazioni e distruzioni,dai quali è però risorta ogni volta. Oggi rappresenta un grande complesso,ricco di testimonianze architettoniche e artistiche stratificatesi nel tempo, un punto di riferimento per la storia e la cultura del territorio padovano. Il primo periodo,fino all’anno 1407, è legato alla storia e alla vita dei Monaci Agostiniani,che bonificarono queste terre,erigendo argini per inbrilliare le acque,costruendo strade e rendendo fertili e abitabili le campagne. Nel 1407 i Monaci Agostiniani lasciarono Carceri decimati dalle carestie dovute alle pestilenze e alle invasioni delle cavallette, assai frequenti in quei periodi. Per ridare vita all’abbazia di Carceri papa Gregorio XII trasferì il possesso e la cura della chiesa e del monastero ai Monaci Camaldolesi,con i Camaldolesi l’Abbazia visse un periodo di straordinario splendore. I Monaci continuarono l’opera di bonifica delle terre,ampliarono le strutture dell’abazia che fu dotata di quattro Chiostri, costruirono un’ampia sala per la Biblioteca,una Foresteria per i pellegrini, e dopo un pauroso incendio, ricostruirono e ampliarono la chiesa che nel 1686 fu consacrata da San Gregorio Barbarigo. Nel 1690 papa Alessandro VIII soppresse l’Abbazia di Carceri e i suoi territori vennero messi all’asta per finanziare la repubblica di Venezia nella guerra contro i Turchi. L’intero complesso monastico con le sue opere d’arte, i libri,le ceramiche e migliaia di campi coltivati furono acquistati dai Conti Carminati che lo trasformarono in azienda agricola. Gli importanti volumi della biblioteca gli oggetti e i reperti più preziosi furono venduti, trafugati o lasciati andare in rovina. Nel 1950, dopo periodi di decadenza e di sperpero che portarono la famiglia Carminati alla rovina, quanto era rimasto del complesso abaziale fu donato alla parrocchia di Carceri, attuale gestore dell’abbazia.

Ancora oggi possiamo osservare le testimonianze dei vari passaggi storici vissuti da questo insigne complesso: dell'epoca medievale rimangono un chiostrino del 1150, il presbiterio della chiesa con il campanile del 1300, ed il bellissimo battistero, la cui struttura è precedente all'anno Mille, decorato a fresco nel 1350. Del periodo Camaldolese rimangono il grande chiostro del '500, la navata della chiesa ed il coro, la foresteria, parte della biblioteca. Del periodo in cui fu proprietà della famiglia Carminati restano la bella villa (oggi canonica) il cui piano nobile è decorato da affreschi ed intarsi. Una parte dell'antico monastero è dedicata al Museo della civiltà contadina.

(Fonte)

Restiamo in contatto!

Vuoi rimanere in contatto con noi e conoscere in anteprima tutte le novità dal mondo di Terme e dei Colli Euganei?
Iscriviti alla nostra Newsletter e comincia a prenderti cura di te: clicca sul bottone qui sotto e compila il form.
A presto con notizie, aggiornamenti, offerte rigeneranti e molto altro ancora!

Iscriviti alla newsletter
Facebook Instagram Youtube

Grazie

Grazie: ti abbiamo inviato una mail per attivare la tua iscrizione e selezionare le tue preferenze se previsto

Chiudo

Iscriviti alla nostra newsletter


Annulla
Chiudo

Credits

KUMBE DIGITAL TRIBU
www.kumbe.it | info@kumbe.it

Foto:

  • Foto Gabrio: Padova Convention & Visitors Bureau _Foto Gabrio Tomelleri
  • Consorzio DMO: Padova Convention & Visitors Bureau
  • Padova Meraviglia: NOME del FOTOGRAFO (c’è nella foto) servizio Padova Meraviglia
  • Pixabay, Pexels, Unsplash

Chiudo

Grazie

La sua richiesta è stata inviata correttamente e le risponderemo al più presto. Una copia dei dati che ci ha fornito è stata inviata al Suo indirizzo email.

Chiudo

Richiesta informazioni e prenotazione


Chiudo

Richiesta informazioni e prenotazione



Permanenza dal al

-

Scegli persone

Chiudo

Seleziona un periodo e filtra il sito in base alla data delle tue vacanze.